Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_marsiglia

DEPAYSEMENT LE MONSTRE DANS LA TETE - sortie de résidence et rencontre avec Ascanio Celestini

Data:

07/06/2016


DEPAYSEMENT LE MONSTRE DANS LA TETE - sortie de résidence et rencontre avec Ascanio Celestini

«Nato nel 1972 a Roma, Ascanio Celestini frequenta all’inizio un corso di antropologia all’università. […] Parallelamente, segue degli studi di teatro. E' nell’incrocio di questi due mondi che si afferma la sua vocazione: da un lato, l’indagine documentaria, la raccolta delle tradizioni, delle lingue o delle lotte popolari, dall’altro, la messa in moto immaginaria di questo materiale sui palcoscenici, attraverso la voce solitaria, ma infinitamente popolata, di un personaggio-narratore. Questa preoccupazione verso la memoria sociale e storica, mista all’illusione della favola e all’arte del racconto, ciò porta in Italia al “teatro della narrazione”, di cui Celestini è una delle figure di punta». Estratto del giornale Le Monde.

Nel suo spettacolo Dépaysement le monstre dans la tête, Ascanio Celestini «prova a immaginare delle donne che si muovono in città. Escono per andare a lavorare lasciando i propri mariti in una paralizzante crisi d’identità o rincasando la sera con il peso della loro dissociazione».

Lo spettacolo è una produzione Fabbrica di cui la prima avrà luogo al Théâtre du Rond Point a Parigi. La creazione e le prove hanno luogo a Roma e durante le permanenze creative al Festival di Liegi, a La Manufacture ad Avignone, al Théâtre La Cité a Marsiglia. Sulla scena ci sarà Ascanio Celestini con un traduttore (Patrick Bebi), un musicista (probabilmente un suonatore di fisarmonica) e un’attrice francese (Violette Pallaro), che parla anche l’italiano. Lo spettacolo sarà pronto per la stagione 2016/2017.

Martedì 7 giugno alle h. 19 a Théâtre La Cité - 54, rue Edmond Rostand, 13006 Marseille

Informazioni

Data: Mar 7 Giu 2016

Orario: Alle 19:00

Ingresso : Libero


Luogo:

Théâtre La Cité

1173